Silvia Cantù

BLOG

FLORIDA GETAWAY

silvia_cantu_samualfa_florida.jpg

en / ita

Easter getaway! A little Florida vacation was just what I needed after a rough, stressful winter!

My Florida trip was a wonderfully exhausting non-stop vacation—we drove 1,600 miles all over Florida. I wanted to see everything, but sadly that wasn’t possible. 

Here’s a list of top spots to hopefully inspire you should you decide to visit this incredibly fascinating state.

--

Per Pasqua ho deciso di prendere qualche giorno di pausa dopo un inverno pesante e piuttosto stressante.

Questo viaggio in Florida è stato meravigliosamente stancante. Non mi sono mai fermata, abbiamo guidato per 1600 miglia lungo tutta la Florida. Volevo vedere tutto di tutto, ovviamente non ci sono riuscita.

Qui di seguito una lista dei miei posti preferiti, sperando che possa ispirarvi nel caso decidiate di visitare questo stato incredibilmente affascinante.

SOUTH BEACH

South Beach really is a must-see, even though I have to admit it was one of the spots I liked the least. Don’t get me wrong, it’s a very nice beach neighborhood bustling with happy people enjoying life, but for my money there are plenty of more alluring spots to be found in Florida. I woke up super early thanks to jet lag and took advantage of the morning by grabbing a Chai Tea Latte to go then heading straight to the beach to enjoy breakfast. South Beach is practically deserted at 8 in the morning, affording me a little quiet time to enjoy the spectacular peace and tranquility. 

---

South Beach era una tappa obbligatoria, anche se devo ammettere essere stata uno dei posti che ho amato di meno. Non fraintendetemi; è una località di mare molto piacevole, piena di gente felice che si gode la vita, ma in Florida secondo me ci sono dei posti molto più affascinanti.
Il momento migliore è decisamente la mattina: grazie al fuso orario mi sono svegliata molto presto e ne ho approfittato per prendere un Chai Tea Latte a portar via e sedermi in spiaggia a fare colazione. South Beach alle otto del mattino era quasi deserta e mi sono goduta dei meravigliosi momenti di pace e tranquillità.

south_beach_silvia_cantu_samualfa.jpg
south_beach_silvia_cantu_samualfa2.jpg

KEY WEST

Quickly packing our things up, we set out on a long drive along the Overseas Highway, a route connecting 45 of the Florida Keys, the islands forming an archipelago south of Miami, one of which is Key West, located about 164 miles (260 km) from Miami.

*TRAVEL TIP: It’s a long drive and we encountered plenty of traffic on the way, so I’d recommend setting out either very early in the morning or later in the evening.

When we got to Islamorada, the sun was setting and the light was surreal, so we stopped to take some photos and enjoy the atmosphere.

--

Il tempo di raccogliere nel nostre cose e ci siamo messi alla guida lungo la Overseas Highway, una strada che collega 45 delle Florida Keys, le isole di un’arcipelago a sud di Miami, del quale fa parte Key West, che si trova a circa 164 miles / circa 260 km da Miami.

*TRAVEL TIP: Il viaggio è stato lungo, abbiamo trovato molto traffico sulla strada. Per questo motivo il mio consiglio è di viaggiare molto presto la mattina o verso sera.

All’altezza di Islamorada, il sole stava tramontando e la luce era surreale, così ci siamo fermati per scattare qualche fotografia e goderci l’atmosfera.

silvia_cantu_samualfa_islamorada.jpg

Back in car, we soon made it to Key West and it was love at first sight. The island’s houses have escaped the onslaught of modern urban-style architecture and preserve the charm of a bygone century—wooden houses painted in tropical pastels, framed by elegant palms. Picture perfect!

--

Risaliti in macchina, dopo poco siamo arrivati a Key West ed è stato amore a prima vista.
L’architettura delle case dell’isola è sopravvissuta al moderno stile urbanistico e mantiene il fascino di un secolo fa: colorate case in legno incorniciate da alte palme sembrano uscite da una cartolina. 

silvia_cantu_samualfa_keywest.jpg
silvia_cantu_samualfa_keywest_2.jpg

HIGHLIGHTS:

ERNEST HEMINGWAY HOME
I had the good fortune of spending the night in the hotel right next to the famous writer’s house, even though I didn’t have enough time to tour inside. The Spanish Colonial-style house is definitely a significant part of the island’s history.

FORT ZACHARY TAYLOR BEACH
Known as Key West’s best beach, located on the southern tip of the island. The beach is fully equipped and you can rent lounge chairs and beach umbrellas for the day (thank heavens).

SOUTHERNMOST POINT BUOY
A gigantic cement buoy marks the southernmost point of the continental US. It’s one of the most photographed spots in the entire country—a true tourist magnet. To tell the truth, I didn’t have the patience to get in line to snap a photo, but for someone who collects pictures of the world’s most iconic spots, this is definitely one to add to your collection.

KEY WEST LIGHTHOUSE
I was fortunate enough to spend a night at this hotel, which is also one of the most fascinating tourist spots on the island, thanks to its historic architecture and the 65-foot lighthouse. BONUS: Hemingway’s house is directly opposite the hotel entrance.

DUVAL STREET
The main drag and the heart of the island’s social life. Eating establishments are open all day long, from breakfast time to late in the evening. Two of my favorites:

  • DJ's Clam Shack – I’m vegan but the guys told me the Lobster Roll was excellent!

  • Willie T’s Bar – Here you can eat and drink until the wee hours, but the coolest thing is that the walls are covered (Every Square Inch!) with dollar bills signed by people who’ve visited the bar from all over the world. One of most incredible things I’ve ever seen.


JET SKI ISLAND TOUR
You can rent a Jet Ski with a guide to circle the island and take it in from the ocean. The sea is pretty choppy, so if the weather isn’t great, it might not be the most pleasant experience. But even so, the guys had a great time and were glad they did it.

--

ERNST HEMINGWAY HOME
Purtroppo non ho avuto abbastanza tempo per visitarla dall’interno, ma la casa, in stile Coloniale Spagnolo, è sicuramente un importante pezzo di storia per l’isola.

FORT ZACHARY TAYLOR BEACH
Conosciuta come la migliore spiaggia di Key west,  è situata sulla punta più a sud dell’isola. La spiaggia è attrezzata ed è possibile affittare per la giornata lettini e ombrellone (grazie al cielo).

SOUTHERNMOST POINT BUOY
Una boa gigante di cemento che segna il punto più a sud degli USA. È uno dei luoghi più fotografati degli Stati Uniti - super turistico. In tutta onestà, non ho avuto la pazienza di aspettare in fila per scattare una fotografia, ma per chi colleziona immagini nei posti più iconici del mondo, è sicuramente una tappa interessante.

KEY WEST LIGHTHOUSE
Ho avuto la fortuna di soggiornare per una notte in questo hotel, che è anche uno dei posti turistici più interessanti dell’isola grazie alla sua architettura storica e al faro di 22metri. PLUS: la casa di Hemingway è esattamente di fronte all’ingresso dell’hotel.

DUVAL STREET
La strada principale, dove si concentra la vita mondana dell’isola. I locali sono aperti tutto il giorno, dalla colazione fino a tarda sera. Alcuni dei miei preferiti: 

  • DJ's Clam Shack - io sono vegana, ma i ragazzi giurano che il Lobster Roll era eccellente!

  • Willie T’s Bar - Qui si può mangiare e bere fino a tarda notte, ma la cosa più interessante è che i muri del locale sono tappezzati di dollari con dediche dei clienti del locale provenienti da tutto il mondo. Ogni-singolo-centimetro. Uno dei locali più incredibili che io abbia mai visto.


TOUR DELL’ISOLA IN JET SKI
È possibile affittare dei Jet Ski con una guida per girare intorno all’isola guardandola dall’oceano. Il mare è molto mosso e se la giornata non è delle migliori può non essere un’esperienza del tutto piacevole. Ma anche in questo caso, i ragazzi, hanno apprezzato moltissimo.

ORLANDO

When we booked the Florida trip, Orlando immediately topped our must-do list. Being a hard-core Harry Potter geek, I couldn’t pass up a stop at Universal Studios. In addition to scores of attractions dedicated to the most well-known movies and cartoons of all time, a huge area is dedicated to Harry Potter. I know, I know, I’m still 11 years old!


*TRAVEL TIP #1: Buy the Express ticket. You’ll pay a little more, but it’s the only way to enjoy the super-crowded park.
*TRAVEL TIP #2: Bring a hat and the strongest sun protection you can get your hands on. The heat is something else.

--

Quando abbiamo prenotato il viaggio per la Florida, Orlando è entrata subito nella lista dei Must. Essendo una vera Harry Potter Geek, non potevo saltare la tappa agli Universal Studios. Oltre ad una moltitudine di attrazioni dedicata ai più famosi film e cartoni di sempre, una grande zona è dedicata ad Harry Potter. Si lo so, ho ancora 11 anni.


*TRAVEL TIP #1: Acquistate il biglietto Express. Pagherete un extra, ma non c’è altro modo di godersi il parco, che è affollatissimo.
*TRAVEL TIP #2: portatevi un cappello e la protezione solare più alta che avete, il caldo è insopportabile. 

silvia_cantu_samualfa_universal_studios.jpg
silvia_cantu_samualfa_universal_studios_simpson.jpg

EVERGLADES

1.5 million acres of wetlands—mangroves, sawgrass, alligators, pelicans, and GIGANTIC insects! We couldn’t skip this experience. We opted for a private tour on an Airboat, in the capable hands of Patrick, a real American-style Crocodile Dundee. Getting to see the animals in their natural habitat was a thrilling experience that I’d highly recommend to anyone lucky enough to visit Florida.

--

1,5 milioni di acri di paludi: mangrovie, saw grass, alligatori, pellicani (…e insetti GIGANTI). Non si poteva certo non vedere. Abbiamo deciso di visitarle con un tour privato su un Airboat guidato da Patrick, un vero Crocodile Dundee in versione americana. Osservare gli animali nel loro habitat naturale è stato entusiasmante ed è un’esperienza che consiglio a chiunque abbia la fortuna di viaggiare in Florida.

silvia_cantu_samualfa_everglades.jpg

FORT LAUDERDALE

We only stopped at Fort Lauderdale long enough to grab a late-afternoon beer on the beach. Sunset and the transition from day to night was truly breathtaking and I totally enjoyed my final hours before heading home.
It’s a shame I only discovered this spot at the last minute—I would’ve loved to spend a few more days there. The beach isn’t nearly as chaotic as South Beach, and the atmosphere is definitely better there.

For the first time during the vacation, the guys agreed to take me to a vegan restaurant: Green Bar & Kitchen. It was a breath of fresh air after days of subsisting on French fries and ketchup!

--

Abbiamo fatto un veloce stop a Fort Lauderdale solo per berci una birra in spiaggia nel tardo pomeriggio. L’orario del tramonto e la transizione tra giorno e sera è stata molto suggestiva e mi sono goduta le ultime ore prima di tornare a casa.
Mi è dispiaciuto aver scoperto questa località solo l’ultimo giorno: ci avrei volentieri passato qualche giorno in più. La spiaggia è meno caotica rispetto a South Beach e l’atmosfera è decisamente migliore.


Per la prima volta durante la vacanza, i ragazzi hanno acconsentito a portarmi in un ristorante vegano: Green Bar & Kitchen. Una ventata di aria fresca dopo giorni in cui il mio unico pasto sono state patatine fritte + ketchup.

silvia_cantu_samualfa_FORT_LAUDERDALE.jpg

A special shout-out and thank-you to my travelling companions, most of all Michael who hosted us and guided us all over Florida on an unforgettable adventure.

--

Un grazie speciale ai miei compagni di viaggio. In particolare a Michael, che ci ha ospitati e guidato per tutta la Florida in un’avventura indimenticabile.

PICTURES taken by me and my special one @samualfa